Confessione di fede

Confessione di fede Chiesa Logos

 

  1. Le Sacre Scritture

Noi crediamo che la Bibbia nella sua totalità, costituita da 66 libri suddivisi tra Antico e Nuovo Testamento, sia veramente Parola di Dio ( 1 Ts 2:13). Essa è stata, nei suoi manoscritti originali, verbalmente ispirata da Dio a uomini scelti e da Lui stesso controllati (2 Ti. 3:15 17 ; 2 Pi. 1:20,21). Essa è rivelazione finale di Dio, infallibile ed inerrante in tutto ciò che afferma (Sl. 19:7 9), autorevole regola unica della nostra fede e della nostra condotta.

L’autorità della Bibbia non deriva da decreti o da opinioni umane, ma si è imposta da sé come tale per azione provvidenziale di Dio, il quale ha voluto sapientemente comporla, integrandone tutte le sue parti e preservandola da ogni corruzione (De. 4:2; 12:32; Pr. 30:5,6; Ap. 22:18,19; Ec. 3:14; Is. 40:8; Sl. 12:6,7; 119:89,111,152,160; Mt. 5:18; 1 Pi. 1:23 25).

A nessuno è consentito aggiungere o sottrarre ad essa nessun elemento o alterarne la forma e la sostanza sotto qualunque tipo di pretesto (Ap. 22:18,19).

Compito e responsabilità del popolo di Dio di ogni tempo e paese è di preservarne l’integrità (1 Ti. 6:20 ; 2 Ti. 1:14 ; Gd. 3).

 

  1. Dio

Noi crediamo nell’esistenza di un solo Dio e che nella sua unità sussistono da sempre tre persone: Padre, Figlio e Spirito Santo.

Crediamo nella sua Sovranità, nella Rivelazione, nella Creazione, nella Provvidenza, nella Redenzione e nel Giudizio. Lo crediamo Infinito, Eterno, Onnipotente e Degno di ricevere ubbidienza, lode e adorazione (Genesi 1:1 2; Deuteronomio 6:4; I Corinzi 8:5 6; Efesini 4:4 6; Apocalisse 4:11).

 

 – Il Padre. Egli è l’ideatore di ogni cosa. Il creato, la salvezza ed il regno futuro; tutto è stato sapientemente concepito nell’eternità, dalla mente di Dio che come un Padre amorevole e giusto ha preparato ogni cosa in modo che tutto si compisse nella pienezza dei tempi, attendendo pazientemente il ravvedimento dei peccatori (Giov. 10:18;12:49 50;14:16; 14:28;17; Atti:1:7; Rom 8:6; Gal 1:3 4; Col. 1:12; II Tess. 2:16; Giac 1:17).

 

  – Il Figlio. Tutta la Scrittura converge su di Lui, in quanto Egli è il compimento di ogni cosa.

Il figlio di Dio, Gesù Cristo, l’Agnello senza macchia, è il mezzo insostituibile impiegato da Dio Padre per creare ogni cosa, sostenere ogni cosa, per salvare coloro che credono e portarli in gloria. Egli è da sempre impegnato ad onorare e glorificare suo Padre, fino a dare la sua stessa vita sulla croce per riscattare i peccatori.

Crediamo che Gesù Cristo è la Parola fatta carne, generato dallo Spirito Santo nel seno della Vergine Maria, è Figlio di Dio, vero Dio e vero Uomo. Unicamente per mezzo della Sua morte espiatoria e sostitutiva si è redenti dalla colpa, dalla condanna e dalla corruzione del peccato. Crediamo che Egli è risorto corporalmente dai morti, è asceso al cielo e siede alla destra di Dio quale unico mediatore fra Dio e gli uomini. (Matteo 20:28; Luca 1:33; 19:10; Giovanni 1; I Corinzi 15; Galati 3:13; Colossesi 3:4; I Timoteo 2:5 6; Ebrei 1:2 6; 9:12; 10:10; I Pietro 3:18 22).

Crediamo che il Signore Gesù Cristo ritornerà dal Cielo nel momento che Dio solo conosce. I morti risusciteranno e i credenti ancora in vita, saranno trasformati.

Dio giudicherà il mondo con giustizia per mezzo di Gesù Cristo; i credenti gioiranno della felicità eterna e i peccatori andranno alla punizione eterna (Matteo 24:42 44; 25:31 32; Atti 17:31; 1Tessalonicesi 4:13 18; 2 Tessalonicesi 1:9; II Pietro 3:10 13).

 

 – Lo Spirito Santo.  Egli è la Persona divina che opera quale agente di salvezza e consolazione in armonia con Gesù Cristo e il Padre. Egli attrae irresistibilmente il peccatore alla fede in Cristo Salvatore, lo rigenera spiritualmente, lo battezza e lo rende capace di contribuire alla crescita della chiesa conferendogli doni e ministeri spirituali per l’utile comune alla gloria di Dio.

Crediamo che lo Spirito Santo applica al cuore dell’uomo la Verità della Scrittura e la Sua presenza nella vita degli eletti è il segno caratteristico della loro appartenenza a Cristo. Egli produce la vita cristiana nel suo principio e nei suoi effetti, rendendo capace l’uomo di perseverare sino alla fine (Ezechiele 37:14; Romani 5:5; 8:9 16; I Corinzi 3:16; 12:3; 2Corinzi 1:21 22; Galati 4:6; 5:22; Efesini 1:13 14).

 

  1. La creazione

Noi crediamo nella verità storica del racconto biblico sulla creazione dell’universo. Crediamo che Dio creò dal nulla  (Gen. 1:1 31) , mediante la Sua Parola, (Eb. 11:3; Gv. 1:3) il cielo, la terra e tutte le creature visibili ed invisibili ma niente e nessuno è degno di adorazione, servizio e onore all’infuori di Dio, il titolare unico della natura divina (Es. 20:4,5). Contestiamo ogni teoria della discendenza degli esseri umani, per mezzo di un processo evolutivo, da altre forme di vita o creature e riteniamo fermamente che tutto questo sia un grave errore che offende la gloria di Dio e la dignità umana.

Crediamo che ogni cosa creata, nella sua condizione originale, è stata realizzata da Dio in Cristo, che Egli ha usato come mezzo infallibile e perfetto per realizzare tutto il creato (Col. 1:16).

Crediamo che lo scopo primario della creazione sia quello di Glorificare Dio.

Crediamo che l’uomo sia stato originariamente creato perfetto, santo e giusto, tramite un atto diretto di Dio, a Sua immagine e somiglianza (Ge. 1:26), fornito di corpo anima e spirito (Ge 2:7; 1Tess 5:23).

Adamo è presentato nella Genesi non solo come il progenitore, ma anche come il simbolo e il rappresentante di tutta l’umanità che da lui deriva, (1 Co. 15:22), per questo egli espose tutta la sua discendenza agli effetti negativi della sua disubbidienza a Dio (Rom 5:12 24).

 

  1. Totale depravazione dell’uomo

Crediamo che l’uomo, creato ad immagine di Dio, ha disubbidito e perso i suoi privilegi.

Tutta l’umanità ora dimora sotto il dominio del Diavolo, Satana, nella rivolta e nella totale corruzione, incapace di contribuire alla propria salvezza e soggetta alla giusta condanna di Dio (Genesi 1:27; Romani 3:9 23; Efesini 2:3; Giovanni 3:4; Apocalisse 20:15). Crediamo che l’uomo decaduto è incapace di amare veramente Dio, di osservare in modo soddisfacente le Sue leggi, di comprendere l’Evangelo, di ravvedersi dai suoi peccati e persino di confidare adeguatamente in Cristo per la sua salvezza. (Giov 6:44/64 (nessuno può venire); 8:43; 10:26; Ro. 3:10 12; 1Cor 2:14; Ef. 4:17 19).

 

  1. La salvezza in Cristo

Crediamo che la Giustificazione operata dalla Grazia di Dio in Gesù Cristo è ricevuta unicamente per fede. Crediamo che l’uomo deve pentirsi e ricevere la remissione dei peccati mediante l’opera di Cristo. L’unione con Lui produce la Rigenerazione, la Giustificazione e la Santificazione, senza le quali nessuno vedrà il Signore (Salmo 51; Luca 13:3; Giovanni 3:3; Romani 5:1 9; Efesini 2:8; Giacomo 2:14 26; I Giovanni 3:9).

Noi crediamo che Dio, nonostante la giusta ed inappellabile condanna che noi tutti meritiamo, per la Sua gloria, decise di concedere grazia e salvezza ad un grande numero di persone, per mezzo della fede nella persona e nell’opera efficace del Salvatore Gesù Cristo (1 Cor 1:21 25; 1 Pi 1:18 19; Giov 5:24; 12:39 40). Questo è stato un atto della Sua volontà, libera e sovrana, a dimostrazione del Suo amore e della Sua misericordia, nella stessa misura in cui la condanna dei peccatori è dimostrazione della Sua giustizia. La grazia quindi non dipende da nessuna opera meritoria e amabile che si trovi negli uomini o dalla previsione che questi sarebbero giunti alla fede o dall’essere in grado di attirare la Sua benignità (Mat 13:11 12; Giov 1:12 13; 3:8; 5:21; 6:44;6:65; 8:47; 10:26 29; At. 13:48; 16:14; Ro 8: 29 30; 9:6 24; 1 Cor 1:21 28; Ef 1:3 11; 2:8 ecc.). Dio quindi rende disposto l’uomo ad accogliere con gioia il messaggio del vangelo attraverso un sincero ed evidente ravvedimento del proprio peccato.

 

  1. ELEZIONE

Noi crediamo che Dio, prima della fondazione del mondo, per la propria gloria ha eletto una grande moltitudine di uomini e donne alla vita eterna come un atto di grazia libera e sovrana. (Atti 13:14; Ef.1:4 5; 1 Pietro 1:1 5; 2 Timoteo 1:9 )

 

  1. Perseveranza dei Santi

Crediamo che tutti coloro che Dio chiama efficacemente, sono rigenerati, giustificati, custoditi con la Sua forza e sicuri in Cristo per sempre (1 Gv. 5:13; Ro. 8:31 39). I credenti quindi non devono più temere: essi attraverso la perseveranza nella fede, non potranno mai più decadere dalla grazia. La salvezza, infatti, è opera di Dio dal principio alla fine perché Egli stesso porta infallibilmente a compimento tutto ciò che ha deciso di fare, nonostante la debolezza e le incoerenze umane (Giov 17:12; Fl. 1:6; 1 Pi 1:5; Giu 1:1).

 

  1. La santificazione

Il cristiano è santo a Dio (1 Cor 1:2; Ef. 2:19; Col 1:12), cioè appartato da Lui e per Lui, tuttavia nonostante la sicurezza di questa posizione spirituale, non può abusarne per peccare liberamente poiché la santità di Dio non può concepire che un suo figlio persista nel peccato (Rom 6: 1 2; 1 Giov 3:9). Per questo, Egli rimprovera i suoi figli quando peccano e li corregge in svariati modi, dimostrando in questo modo il Suo immenso amore (Ebr 12:6) . La vera fede in Cristo quindi, si esprime sempre con una vita fruttuosa e di ubbidienza alla gloria di Dio, quella che lo Spirito Santo suscita nel credente (Mat 7:20; Gal 5:22 26). Crediamo quindi, che al Suo popolo il Signore Iddio abbia ripetutamente fatto appello affinché fosse “santo”, cioè distinto e moralmente separato dal vivere del mondo che si oppone alla volontà di Dio (Rom 12:2; 1 Giov 2:15 17; 1 Pi 1:16).

Siamo convinti che la santificazione sia il risultato dell’opera di Dio nella vita del credente ma siamo anche certi, che quest’opera si manifesta attraverso un responsabile impegno da parte del credente nel vivere in modo santo (Fil. 2:12 13).

 

  1. La Chiesa

Crediamo che ogni vero credente appartiene alla Chiesa universale, Sposa e Corpo di Cristo. La sua espressione locale è costituita dall’Assemblea dei credenti il cui solo Capo è Cristo e la cui autorità è rappresentata esclusivamente dalla Sacra Scrittura. La sua missione è quella di glorificare Dio attraverso la lode, l’evangelizzazione e il servizio (Esodo 6:6 8; Deuteronomio 7:6 8; Matteo 16:16 18; 28:18 20; Atti 2:38 41; Romani 12:5; Galati 3:7,29; 6:16; I Pietro 2:9 10).

Il credente quindi non è stato chiamato alla salvezza per vivere da solo, ma è stato da Cristo aggiunto alla Chiesa locale che è un’espressione visibile della chiesa universale, per contribuire alla sua crescita partecipando attivamente secondo i doni e le funzioni che ha ricevuti dallo Spirito Santo.

Cristo è l’unico fondamento, l’unico Capo, l’unico proprietario e l’unico custode della Sua Chiesa (Mat 16:16 18/ Col 1:15 18). E’ lui che ha stabilito, nella sua Parola, i criteri e le modalità per condurre e far crescere la Sua Chiesa, quindi è responsabilità di ogni credente sottomettersi a ciò che la Scrittura insegna sul modo di vivere nella Chiesa. (Atti 20:28;Ef 4:7 15; Tito 1: 5 16; 1 Tim 3:1 7)

 

10 . L’amministrazione corretta dei sacramenti.

Il battesimo e la cena del Signore Crediamo che il battesimo e la cena del Signore sono stati ordinati dal Signore Gesù stesso. Il primo è collegato all’ingresso nella comunità del nuovo patto, il secondo al continuo rinnovamento del patto. Insieme sono simultaneamente il pegno di Dio verso di noi, strumenti di grazia divinamente stabiliti, la nostra pubblica professione di sottomissione al Cristo una volta crocifisso e ora risorto, anticipazioni del suo ritorno e della consumazione di tutte le cose.( Matteo 28:19; Marco 16:16; Atti 2:38, 41; 8: 36 38; 09:18; 10: 47 48; 16: 14 15, 31 34; 18: 8;Matteo 26:26; Marco 14:22; Luca 22:19; 1 Corinzi 11:23 24)

 

  1. Il ritorno di Cristo

Crediamo che il Signore Gesù ritornerà dal cielo nel momento che Dio solo conosce. I morti risusciteranno ed i credenti ancora in vita saranno trasformati. Dio giudicherà il mondo con giustizia per mezzo di Gesù Cristo, i credenti godranno della felicità eterna e i peccatori andranno alla punizione eterna (Mt 24:42,44 e 25:31,32 ; At 17:31;1Te 4:13,18;  2Te 1:9; 2Pi 3:10,13).

 

  1. Provvidenza

Noi crediamo che Dio ordina e dirige il suo universo in ogni dettaglio, secondo il Suo disegno. (1 Cronache 29: 11 12; Giobbe 38: 4 41; Proverbi 16:33; Isaia 46: 9 11; Romani 11:36; Efesini 1:11; Atti 17:25, 28; Ebrei 1: 3 )  (Esodo 04:21; 5: 2; 7: 2 5; 9: 15 16 (cfr Rm 9: 17 21); Proverbi 16: 9; 21: 1, Daniel 4:25, 35; Matteo 10:29; Giovanni 6: 37 40; Atti 4: 27 28; 13:48; Filippesi 2: 12 13 ).

 

  1. La Gloria di Dio

Crediamo che ogni credente deve vivere unicamente per la gloria di Dio e crediamo che tutte le cose create da Dio, abbiano il solo scopo di glorificare Dio.

Perchè da Lui, per mezzo di Lui e per Lui sono tutte le cose. A lui sia la gloria per sempre. Amen.

(Romani 11:36)

 

  1. I cinque sola

Tutti i punti di fede della Chiesa Logos, possono essere riassunti con i “Cinque Sola”.

Sola Scrittura, Sola Grazia, Sola Fede, Soltanto Cristo, Per la Gloria di Dio Solo.

 

Solo a Dio la Gloria!